Non siamo tutti uguali

C’è chi crede alle scie chimiche e chi pensa che sia un bene che un numero imprecisato di persone muoia in mare invece di venire a rubare il lavoro a casa nostra.

C’è chi silenziosamente aiuta chi ha bisogno e chi lo fa ad alta voce perché crede che sia importante dare l’esempio.

C’è chi picchia i figli e chi li tormenta psicologicamente perché così non si vedono i lividi.

C’è chi ride vedendo qualcuno che cade su una buccia di banana e chi mette la buccia di banana dove è sicuro che potrà riprendere con il telefonino per mettere il tutto su YouTube.

C’è chi soffre guardando chi soffre e c’è chi ha deciso di lasciarsi scivolare tutto addosso perché altrimenti non riuscirebbe a tirar sera per quanto dolore ha attorno.

C’è chi da per scontato che tutti siamo uguali e chi, per averlo sperimentato, sa che non è vero e cerca di fare in modo che questa consapevolezza non si trasformi in rifiuto dell’altro ma anche che non passi il concetto “siccome lo pensa la maggioranza allora è giusto”.

La storia dell’uomo ha dimostrato che le maggioranze possono fare dei danni spaventosamente più grandi delle minoranze e quindi, se come me sei in minoranza, continua a lottare per quello in cui credi: ne vale sempre la pena. Quando ti diranno che se riesci a farlo senza arrabbiarti è meglio, ricorda che se la passione c’è a volte esce. Come può.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...