Caetera desiderantur

Le altre cose mancano

La multinazionale per fini anche di lucro la cui holding company è comunemente denominata Santa Romana Chiesa Cattolica ha eletto, in quattro settimane da un evento a detta di tutti “completamente inatteso”, il nuovo Presidente (che si ritrova un Amministratore Delegato non scelto da lui e che per lavoro costruisce navi da guerra…ma questo è un altro argomento).

Un Presidente che, per molte persone estremamente devote e praticanti, è un illustre sconosciuto da capire, studiare, conoscere.
Mentre i credenti e i non credenti che vogliono conoscere studiano, prima ancora che il nuovo Papa pronunciasse le sue prime parole post-elezione i tuttologi erano già  partiti a sparar sentenze su come sarà il pontificato, quali novità porterà e dividendosi subito tra accusatori per definizione ed esaltatori a prescindere.

Io non so, e non mi interessa molto, come sarà il Papato e non so se Papa Francesco 36 anni orsono abbia avuto comportamenti esecrabili o illegali.
Quello che credo di sapere è che per milioni di persone questo rappresenta l’inizio di un nuovo capitolo. Quel capitolo che per l’Italia politica ancora non si è aperto davvero perchè nonostante le elezioni le facce in TV sono sempre le stesse (mi riferiscono su Twitter, io non guardo la TV da mesi), perchè si discetta di giacca e cravatta per entrare in un luogo pubblico nel quale però nessuno obietta se entrano condannati per reati gravi e perchè sono in atto campagne non proprio “sottili” per bruciare o denigrare il molto di nuovo che gli italiani, in modi e tempi diversi (Renzi alle primarie, M5S alle elezioni) hanno spinto alla ribalta.

Dunque mentre milioni di cattolici italiani hanno qualcosa sul quale studiare e riflettere e costruire una speranza, le altre cose che servono (a loro ed anche a chi cattolico non è) per andare avanti in questo paese continuano a mancare.
Un altro giorno è infatti passato senza che il governo in carica per gli affari correnti abbia fatto nulla per le aziende italiane.

Ah, no, vero: abbiamo rinnegato una promessa data liberamente ad uno stato estero con il quale lavorano centinaia di aziende italiane.

NOTA BENE: La suddetta multinazionale può contare sull’opera di volontariato di centinaia di migliaia di persone perbene: generose e senza altro scopo che fare il bene del prossimo. Spesso in disaccordo con alcune posizioni pubbliche dell’organizzazione continuano silenziosamente e devotamente a usare generosamente il proprio tempo e spesso anche i propri soldi per aiutare chi ha meno. A loro va sempre e comunque il mio pensiero riconoscente ed ammirato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...